La durata della visita guidata è di circa:
2 horas

Numero massimo di partecipanti:
50

Ingresso a pagamento:
Si

La visita dista
14Km
da Bergamo

Il romanico degli almenno

Scultura e pittura di stile Romanico.

Un suggestivo itinerario in un ambiente ove le vicende storiche e la religiosità del Medioevo hanno lasciato notevoli testimonianze di architettura, scultura e pittura dello stile romanico.

A poca distanza da Bergamo, nell’antico territorio di Lemine, anticamente percorso da una via militare romana e che fu “curtis regia” in epoca longobarda, sorgono oggi gli abitati di Almenno S. Salvatore e Almenno S. Bartolomeo. Nel raggio di poco più di un chilometro sono concentrate stupefacenti testimonianze artistiche che vanno dal IX al XV secolo, ma due sono autentici gioielli del romanico che ancora oggi possiamo ammirare inseriti in un ambiente rimasto incredibilmente campestre: la Rotonda di S. Tomè e la chiesa basilicale di S. Giorgio con le loro ammirevoli architetture e l’ affascinante campionario scultoreo e pittorico degli interni.

La Rotonda di S. Tomè è una delle più singolari e famose opere del Romanico, per l’ impianto architettonico a pianta circolare. La sua forma elegante spicca nel contesto ambientale per il colore quasi rosato del materiale di costruzione. L’interno, intimo e suggestivo, offre la possibilità di ammirare capitelli scolpiti di grande interesse iconografico. La grande chiesa romanica di S. Giorgio dall’architettura semplice ed essenziale denota all’ esterno le sue complicate e sconosciute vicende costruttive. All’interno un notevole ciclo di affreschi illustra la vita di Cristo ed altre pitture, di soggetti ed epoche diverse, ornano le pareti.

Stampa questo itinerario